Millevaches 2015 anche questo è fatto

 

Eccomi qui a raccontare un’altra avventura della STRANGE GANG. Tutti rientrati a casa dopo cinque giorni intensi di freddo “caldo”, chilometri e risate. Siamo partiti da posti diversi, distanti km e km uno dall’altro, ma con un solo obiettivo, quello di ritrovarci come facciamo ormai da 5 anni. Questa volta destinazione Millevaches Authentic in Francia, nei pressi della cittadina di Ardes. Un raduno invernale che si effettua dal 1969. Perchè la STRANGE GANG partecipa solo a raduni invernali.

Si parte UJAGUAR e SUZUKANDO da Tortona, BLUSAILOR da Roma, LO SVELTO da Massa, MARSIGLIA, JC e JL dal sud della Francia. Dopo mesi di preparazione, pianificazione, valutazioni eccoci al giorno della partenza. Il mio mezzo sempre lo stesso, la mia amata Vespa px come sempre adattata per i viaggi invernali.

Si parte!

Ore 7.30 mi ritrovo con Luca “Suzukando” e la sua Suzuki gsx600es al distributore Esso all’entrata di Tortona. Tempo umido e con nebbia fitta, temperatura sui 2 gradi. Si parte dopo un buon caffè………. via via verso ovest, la nebbia ci fà compagnia fino a Carmagnola, ma poi ci abbandona e il cielo sereno ci farà strada a Gap dove troveremo Cesare “Blusailor” con il suo Africa Twin che è partito la stessa mattina da Roma e con Diego “Lo Svelto” che è partito da Massa con la sua Wild Star e si è accodato al romano. La strada inizia a salire, arriviamo a Sestriere e con nostro stupore la neve non si vede, se non quella sparata dai cannoni sulle piste da scii…… Pausa e poi via verso Monginevro, Briancon e sulla strada Nazionale che ci porta a Gap. KM 370. Troviamo Blusailor e Lo svelto, saluti, abbracci e poi via al primo di una lunga serie di brindisi!

Ore 7.00 ripartiamo insieme. Mattinata fredda, temperatura con picco sui -7…… si viaggia senza neve, strade pulite e scorrevoli, paesaggio stupendo. Verso le 15 ci troviamo con la truppa francese Alessandro “Marsiglia”, Jean Claude “Jc” con i loro PX e Jean Luc “Jl” con il T5. Anche qui brindisi, risate e via! Mega spesa al market per affrontare il nuovo raduno come si rispetti…..

Si arriva ad Ardes, ci aspetta la registrazione al punto di incontro e poi via verso il concentramento ad una ventina di km. Arriviamo all’imbrunire. Marsiglia ha portato la tenda grande, dormiremo in quattro. Si monta il tutto, si prende la legna e si accende il fuoco. Il raduno per noi ha ufficialmente inizio!

Serata intorno al fuoco a sorseggiare vino, birra, grappe e stuzzicare prodotti tipici che ognuno di noi ha portato. Non ci si vedeva da gennaio allo scorso Elefantentreffen, le chiacchiere, risate e battute scorrono scorrono come le bottiglie di birra………… Poi giretto al bar del raduno con ennesimo brindisi.

Si fa tardi, ci si chiude nel sacco e si dorme un paio d’ore prima che il nuovo giorno abbia inizio. Da rito viene preparata la MOKA e via col caffè, poi giretto tra le tende per osservare i vari mezzi arrivati. C’è ne sono di ogni tipo, dai classici sidecar URAL alle moto stradali, dalle custom ai sidecar ultimo grido. Bella consolazione essere le uniche Vespa presenti al raduno, non male! raduno molto tranquillo, mezzi tutti rigorosamente omologati, niente stranezze. Niente pazzi che sfrecciano tra le tende e niente botti, veramente un posto tranquillo. Ogni tanto suona una sirena portata da un gruppo di francesi o qualche stereo acceso in qualche sidecar. Molte facce già viste negli anni all’elefant o al Tauern, veramente si riconoscono più i mezzi che i relativi proprietari.

Metà mattinata si prendono i mezzi e si va’ a far un giro in paese per l’acquisto di pane fresco, veramente ottimo e caricarsi di birra; ne approfittiamo per un giretto tra le colline, qui è zona tutta a pascolo. Ci sono km e km di radure e pascoli. Giornata fresca, solo un pò di ghiaccio all’uscita del raduno ma poi strada perfetta come sempre in terra francese.

Rientriamo e iniziamo a cucinare……… qui si mangia sempre! Salsicce, carne arrosto, salumi, paté, birra, battute, risate e via; si ricomincia come se fosse una ruota.  Si fanno conoscenze nuove, raiders italiani, francesi, slavi, tedeschi, spagnoli. Si parla di moto, del loro stile di guida e poi si brinda!

Tantissima gente, il posto si riempie sempre di più, ed ancora giro tra le tende ad ammirare mezzi che in Italia ci sogniamo, vedere le loro strane configurazioni ed optional artigianali adattati. La giornata prosegue veloce senza accorgersene. La notte inizia e le torce frontali iniziano ad accendersi. Si alimenta il fuoco e la temperatura ben presto scende intorno ai 2 gradi. Serata all’insegna di una bella spaghettata aglio, olio peperoncino ed n’duja, birra e grappa. Si aggiungono altri ragazzi alla cena. Abbiamo da mangiare per un reggimento.

Altra nottata in sacco, la mattina arriva presto, è ora di smontar tutto e ripartire. I vari gruppi si separano con la promessa di ritrovarsi al prossimo appuntamento…. Elefantentreffen e Tauerntreffen 2016.

Veri amici!

Si viaggia tutto il giorno, si ripercorre la strada fatta all’andata, io e Luca arriviamo a Die dove troviamo un hotel a buon prezzo con relativo ristorante. Si mangia prettamente francese. Ne approfittiamo anche per un attento controllo ai mezzi. Si controlla lo stato delle gomme, motore e sistemazione dei bagagli.

Ultimo giorno, ultimi 380km da percorrere per rientrare a casa. Giornata nebbiosa fino a Briancon e poi sole fino a sera…… arriveremo alle 19.00.

1634km percorsi.

20151201_18285420151203_13320420151205_11481020151204_16535020151204_19490820151205_08361820151204_170239100_1586

Lascia un commento