UN PIKAPPINO E UN’APENSIONATA ALLA CONQUISTA DEL 59° ELEFANTENTREFFEN

Eccomi qui a raccontare una storia che ha inizio un anno fa, precisamente intorno ad un fuoco e tra le tende del 58° Elefantentreffen. Noi ragazzi appartenenti al gruppo della Strange Gang (come amiamo definirci, gente strana, perché partecipiamo solo a raduni invernali) si prende una decisione! Il prossimo Elefant è da farsi con un 50cc……… era il nostro terzo Elefante, sempre fatto in vespa px…………
Quindi…….. è solo da approntare una vespa 50 per questa nuova avventura. Per mia fortuna ne possiedo già una, un PK50S Elestart del 1984, conservata. Bene allora deciso, utilizzerò questa! C’è solo un problema, rimetterla in sesto, perché non farlo personalmente? L’avventura inizia da qui! Smontaggio, verniciatura e rifacimento motore con impianto elettrico, rimettiamola in strada come mamma Piaggio l’ha fatta!
Gli altri ragazzi nel frattempo partecipano a dicembre al Millevache in Francia (Marsiglia, Blusailor e Suzukando) e quindi decidono di saltare il 59°, altri due ragazzi (Peu e Lorenzo) invece vogliono partecipare anche al Tauerntreffen in Austria, quindi optano per il px per muoversi più velocemente. (Noi ci chiamiamo tutti per Nickname) Rimaniamo io (Ujaguar), Paolo (Paolo53) ed Errico (Aquila Randagia) che optano di arrivarci in APE……. Bene allora la squadra è fatta! Un pikkappino e un’apensionata……..
Come ogni Elefant che si rispetti, inizia la programmazione del Viaggio nei minimi dettagli, con una vespa 50 ed un’Ape non puoi permetterti soste lunghe, velocità di crociera che oscilla dai 15km/h in salita ai 55km/h in rettilineo. Visti i km da percorrere i giorni di viaggio sono tre per l’andata, notte in tenda ed altri tre per il ritorno. Io con il pk parto da Alessandria, mentre Paolo ed Errico in ape partono da Firenze, facciamo parte anche dei rispettivi Vespa Club e quindi fascia in bella mostra!

Quindi soste ridotte all’osso, e poi per me con il pk, rimane un secondo problema…….. i bagagli….. anche quelli devo essere ridotti al minimo, quindi lascio a casa molti aggeggi di confort da utilizzare in fossa, come la mia amata moka e treppiede per la griglia.

Mattina ore 8.00 parto da Tortona, il ritrovo programmato con l’ape è a DRO (TN), all’andatura di 50km/h, nel primo pomeriggio non ho problemi a esser lì, inizio a testare il materiale del px che ho montato sul pk, paramanopole, parabrezza e coprigambe, bene, ma la mia grande fisionomia rimane esageratamente al di fuori del profilo del piccolo pk e quindi inizio ad accorgermi che dopotutto mi riesco a beccare tutto il freddo.
La squadra è riunita! Una bella dormita al caldo e poi ore 8.00 partenza direzione Innsbruck. Tempo soleggiato per tutto il giorno. Iniziamo percorrendo la statale 12 che da Trento porta verso nord, superiamo Bolzano, Bressanone ed arriviamo a Vipiteno, di qui in poi tutta salita fin su al Brennero (Temperatura -5°), l’ape e il pk arrancano…… 15km/h di velocità massima, ma non mollano! Si arriva in cima al valico, foto e poi giù sino ad Innsbruck dove ci immettiamo sulla statale 171 che porta fino a Kufstein, dove superato, ci fermiamo a Ebbs in una Gasthof. 303Km percorsi

Terzo giorno, ore 8.00 si parte, neve, neve,ed ancora neve! Per i primi 80 km è tutta una distesa bianca. Le Gomme del pk non danno problemi e si procede senza problemi. Direzione lago di Chiemsee e poi nord verso Altotting e Vilshofen……. Ore 16.00 siamo all’entrata dell’Elefantentreffen! Purtroppo l’Ape non è ammesso perché cabinato, quindi si decide di parcheggiarlo fuori, mentre con il pk facciamo spola per portare il materiale in buca dove ci attendono Peu e lorenzo che già hanno provveduto ad occupare la zona per le nostre tende. La soddisfazione è tanta, non ci credevo di essere arrivato!

Si passa la serata tra giri di birra e giri in fossa, poi a nanna, la temperatura è stabile sui 2°, durante la notte non scende oltre i -3°, caldo………

Quarto giorno, ore 7.30, si richiude tutto e si ricarica la vespa, neve, neve, neve! Fuori dalla fossa mi fanno deviare verso nord, forse c’è stato qualche incidente ed hanno chiuso la strada, intanto l’Ape partito all’alba è già davanti a me di 30km…. Appena schiaccio il freno anteriore, il cavo si spezza di netto, si sarà congelato nella guaina, nessun problema, farò tutto il viaggio del ritorno a meno di lui.

La vespa và come un orologio, velocità di crociera 50/52km/h con punta massima in discesa che arriva a 57! Rifaccio la stessa strada dell’andata e riesco ad Arrivare a Pill, a 22km prima di Innsbruck, il tempo è buono ma c’è un vento gelido trasversale che molte volte mi fa sbandare. 290Km percorsi

Quinto giorno, ore 8.00 partenza direzione ITALIA! Tempo limpido, ma che si trasformerà in una sgradevole sorpresa……… da Innsbruck a Bolzano la temperatura è di media intorno ai -4/-5° con il Brennero a -11°. Ogni 10km sono costretto a fermarmi e scaldarmi con del tè caldo, veramente, veramente dura. Tiro dritto sulla statale 12 fino a Verona e poi proseguo per Legnago dove rimango per la notte dal Lando un amico di Vespaonline. 370 km percorsi.

Sesto giorno, ore 8.30 direzione casa! Passo da Mantova e poi Cremona, Piacenza. Alle 15.00 sono in garage a smontare il tutto e subito portare la vespa al lavaggio automatico per togliere tutto il sale presente. 250km percorsi.

1686 km totali percorsi
1.5lt circa di olio consumati
54lt di benzina consumati
Media 31km/lt

Caratteristiche motore
Pk50s con Gt Dr75cc 6 travasi
Carburatore 16/12 con getto max 60
Campana 18/67
Marmitta sito plus
Gomme Termiche Kenda 3.00×10

2015-01-27 08.59.362015-01-27 17.03.392015-01-29 07.11.5010398660_10205948656220502_2362985347036448176_n100_14852015-01-30 07.39.02

2015-01-31 16.22.57

Trovate tutte le foto sul mio profilo Facebook

2 Comments

Lascia un commento